Può un padre di famiglia provare tanta indifferenza?

Mi sento emarginato nell’anima, fratelli carissimi. Non riesco a gioire quando vedo Papa Francesco continuare a parlare di migranti e preoccuparsi principalmente di coloro che non fanno parte della Chiesa – e manco ci vogliono entrare -, tra i quali annoveriamo gli eretici luterani e i musulmani.

Ho ancora nelle orecchie le parole recenti di quel drittone del Card. Ruini: “Prego il Signore perché l’indispensabile ricerca delle pecore smarrite non metta in difficoltà le coscienze delle pecore fedeli”. Una frase che non può che illuminare i perpetui “PREOCCUPATI” come lo siamo noi.

Dopo questi quasi quattro anni di Pontificato, durante i quali abbiamo ascoltato frasi ANTI-CATTOLICHE proferite dal Vicario regnante – “Non esiste un Dio Cattolico”, “il proselitismo è una sciocchezza”, ecc. -, ripetute ambiguità di ogni sorta, insulti veri e propri contro il Signore Gesù – paragonato a uno che fa “lo scemo” – ma soprattutto il CAPITOLO VIII di Amoris Laetitia, non possiamo più stare a sperare che queste deviazioni siano solo un caso.

Papa Bergoglio vuole volontariamente capovolgere determinati fondamenti della Fede Cattolica. Sono rimasto nel dubbio fino a poco tempo fa, direi frastornato, e osservo continuamente cattolici che spuntano come funghi sul web esprimendo dubbi, dissenso, alcuni edefinendo Bergoglio l’anticristo, e via andare.

Abbiamo aspettato, fratelli, noi Anonimi della Croce. E ci domandavamo continuamente: “ma nessuno dice niente? Nemmeno un Vescovo?”.

Con grande affetto e stima abbiamo assistito ai coraggiosi 4 Cardinali che hanno espresso i “dubia”: attaccati e definiti “vermilingue” dal diabolico Padre Spadaro. Al contrario questi quattri grandi uomini di Chiesa verranno ricordati in futuro per aver difeso la Dottrina Cattolica, Spadaro no.

Lascia perplessi anche constatare che Card. Muller, un noto tradizionalista, si stia preoccupando più del fatto che i 4 Cardinali “hanno osato” pubblicare la lettera al Papa, piuttosto che lo SCEMPIO CHE AMORIS LAETITIA E I SUOI FRUTTI RELATIVISTI STANNO SPARGENDO PER IL MONDO.

Il Sacrilegio all’Eucaristia ormai non fa scandalo, ma è assai più grave di qualsiasi altro problema, anche dei poveri migranti che scappano dalla guerra. Perchè in questa società ormai alla deriva, la punizione del cielo – che, come la Madonna a Fatima ci fece ben comprendere, è sempre una punizione causata dal nostro peccato e quindi Dio ci abbandona a noi stessi per una correzione – è ormai svelata ai nostri occhi.

Gli omosessuali possono maritarsi e comprare bambini all’asta, i Matrimoni si sgretolano oppure i giovani convivono – perdita totale del senso del Sacramento -, l’uomo si sta sostituendo a Dio fondando una religione umanista fatta di pace, diritti, moralismo, veganesimo, vegeterianesimo, fede nella scienza, sessualità libertina, droga libera, odio verso la tradizione, odio verso la Religione MA SOLO SE E’ CRISTIANA, idee marxiste e massoniche che ormai sono entrate nel midollo delle persone… potremmo proseguire ancora.

Che futuro può avere questa società Occidentale che sta decadendo e ha tradito la sua vera origine – il Cristianesimo che ha reso grande la nostra civiltà – a partire dall’Europa, rea anche di aver negato di inserire nella sua Costituzione la natura cristiana del suo essere?

Ma la cosa più grave è Bergoglio che non fa altro che ridere e compiacersi di tutte le sue amicizie, da Obama a Scafari, dalla Bonino al defunto Pannella.

Da un lato egli non si “immischia nella politica italiana” – facendo il Ponzio Pilato nei giorni precedenti alla diabolica legge sulle unioni civili – , dall’altra sprona l’emorragia di immigrati (tra i quali albergano in quantità terroristi ISLAMICI pronti a scannarci e disintegrare la cristianità).

Ma voglio concludere e tornare al punto cruciale.

Bergoglio ha scritto la lettera in privato ai Vescovi di Buenos Aires avallando la Comunione ai Divorziati “more uxorio” – perchè è di quello che si tratta seppure insistano sui “casi particolari” – dopo un tira e molla post-sinodo che ha creato una confusione senza precedenti all’interno delle linee guida pastorali di tutta la Chiesa. Una mossa che ho avvertito come una pugnalata perchè fatta di nascosto, se non fosse per il leak da parte dei giornalisti. Perchè invece non un bel documento chiaro e tondo che dice esplicitamente: “cambiamo la Dottrina”?

E mentre Scalfari diventa il consigliere di Bergoglio, i 4 Cardinali che hanno chiesto delle più che legittime domande – ci appartengono fin dall’uscita di AL – NON RICEVONO ALCUNA RISPOSTA.

La mia domanda in chiusura. Paragono i 4 Cardinali a figli prediletti. Perchè per un Papa i Cardinali questo dovrebbero essere. Sua Santità ha tempo di rispondere a tutti, anche ai nemici eterni della Fede Cattolica, ma a loro NEMMENO UNA SILLABA.

Può un Padre di famiglia trattare i suoi figli prediletti con questa indifferenza?

O ha ragione Socci e il nostro Fra Cristoforo (vedi articolo precedente https://anonimidellacroce.wordpress.com/2017/01/14/confusione-ecclesiale-di-fra-cristoforo/) – e quindi Bergoglio non è Papa – oppure Gesù ha deciso di punirci con le nostre stesse mani, dandoci un Pontefice che metta indirettamente alla prova coloro i quali rimangono fedeli alla Dottrina di sempre.

Finan di Lindisfarne