"Il Mostro in Vaticano" di Fra Cristoforo

Scrive Vittorio Messori, in un artocolo citato oggi su facebook da Antonio
Socci:
“Mi capita in mano la rivista dove la Bolaffi ( la più antica e la
maggiore azienda filatelica ) dà notizia dei francobolli che saranno
emessi quest’anno. Vedo la pagina dedicata alle poste della Città del
Vaticano, dove si annuncia una emissione che stupisce, come scrive
l’estensore del pezzo: nientemeno che un francobollo della Santa Sede che
celebra i cinquecento anni dall’inizio della Riforma. Ovviamente,
l’immagine a colori che sta sopra il quadratino di carta vaticano è quella
di Martin Lutero.
Se i laici della Bolaffi si “stupiscono“ non succede altrettanto ai
cattolici che sanno come papa Bergoglio abbia voluto volare in Svezia
(dove, tra l’altro, l’introduzione forzata del luteranesimo, per mere
ragioni economiche, per metter cioè le mani sulle proprietà della Chiesa,
fu brutalmente antipopolare e fece molti martiri ), volare in Svezia,
dunque, per onorare il “coraggio“ di quel frate che osò sfidare la Chiesa
indegna del XVI secolo. Noi, dunque, non ci stupiamo più. [...]”…

Credo che quanto avete letto non abbia bisogno di tanti commenti. Bergolio
ha voluto addirittura coniare un francobollo  Vaticano che celebra i 500
anni della riforma luterana. Mi convinco sempre di più che esiste un piano
per “protestantizzare” la Chiesa Cattolica. Il Vescovo di Roma vuole
emulare Lutero. Forse pensa di essere anche lui un grande riformatore. Ma
a quanto pare sta solo seminando tanta confusione.

Bergoglio dovrebbe pensare maggiormente ai cristiani perseguitati in tutto
il mondo. Dovrebbe pensare a confermare la fede al popolo di Dio. Invece
pensa soltanto alla sua “immagine”…pensa a ricevere carnefici a Santa
Marta, ad ammiccare con gli idolatri…e a parlare sempre male dell’Italia.
Come per esempio oggi…che ha ricevuto il Presidente della Repubblica della
Guinea..e ha accolto il dono di una maschera africana, che
rappresenterebbe “la dea della fecondità”
(http://www.tio.ch/News/Estero/Politica/1126265/-L-Italia-ha-bisogno-di-fecondita-/),
sproloquiando sull’Italia, che a parer suo avrebbe bisogno di fecondità
(speriamo che non preghi la dea)…
Ovvio. Prima sdogana il peccato dell’aborto. Poi fa finta di piangere
sulla carenza delle nascite. Si. Fa finta. Perché lui, Bergoglio, è un fan
di Emma Bonino.

Fra Cristoforo