“Appello rivolto a: Antonio Socci, Sandro Magister, Marco Tosatti, Giuseppe Rusconi, Maurizio Blondet, Paolo Deotto, Cesare Baronio, Don Ariel (Isola di Patmos), Chiesa e PostConcilio, Corrispondenza Romana e quanti altri ancora si vorranno unire” di Fra Cristoforo

Con questo articolo vorrei lanciare una iniziativa a cui sto pensando da diverso tempo. Intanto ringrazio le persone che oggi (N.S. di Lourdes) si sono unite in preghiera per la “salvaguardia della Fede Cattolica”, e per celebrare i 454 anni del Concilio di Trento. Lo abbiamo fatto spiritualmente, nonostante le distanze. E la Madonna Santissima le avrà accolte nel Suo Cuore Immacolato.

L’iniziativa che voglio lanciare è rivolta a tutti i maggiori blogger della “Resistenza Cattolica”. Così mi piace chiamare ogni iniziativa indirizzata a contrastare l’apostasia bergogliana; e per la precisione: ANTONIO SOCCI, SANDRO MAGISTER, MARCO TOSATTI, GIUSEPPE RUSCONI, MAURIZIO BLONDET, PAOLO DEOTTO, CESARE BARONIO, DON ARIEL DELL’ISOLA DI PATMOS, CHIESA E POSTCONCILIO, CORRISPONDENZA ROMANA E QUANTI ALTRI  ANCORA SI VORRANNO UNIRE A QUESTO APPELLO.

Riflettendo sui tempi bui che stiamo vivendo, vedo come ognuno , chi più chi meno, cammina per la sua strada. E’ vero, siamo tutti indirizzati verso lo stesso scopo. Ma a me pare che ognuno vada per conto proprio.
Credo che la forza dell’apostasia del Cardinal Bergoglio stia proprio qui. Tanti colpi, ma tutti un po’ sconnessi.
Possiamo riflettere insieme sull’importanza di poter UNIRE LE NOSTRE FORZE per combattere UNANIMI questa battaglia?
Invito tutti a leggere questa intervista fatta a don Giussani: leggete qui (http://www.tracce.it/?id=338&id_n=5687).

Don Giussani, un grandissimo sacerdote e maestro di vita spirituale, oltre che teologo, filosofo, antropologo, nelle sue “lezioni” puntava spesso sull’importanza della “comunione”.
E’ nella scoperta dell’alterità che cresce la comunione. Il “Gius” non amava le “anarchie”, soprattutto in ambito ecclesiale. Ed è per questo motivo che spesso le battaglie nella chiesa si perdono.
Bergoglio punta sul suo potere. E il suo potere gli permette di avere persone che combattono la sua battaglia. Noi non possiamo pretendere di vincere la sua apostasia sciabolando ognuno per i cavoli suoi. Non è metodo.

Se abbiamo veramente A CUORE LA VITTORIA DI CRISTO E NON LA NOSTRA VANAGLORIA PERSONALE, DOBBIAMO COMBATTERE INSIEME.
In che modo? Condividendo le informazioni, comunicando tra noi, scambiandoci opinioni e promuovendo iniziative da perseguire insieme.
Seguendo tutti una stessa linea, che è quella DELLA VERITA’, CHE E’ GESU’ SOLO.

Del resto credo che ognuno di noi abbia a cuore LA VERITA’, e non la rabbia, il rancore, l’ideologia, o peggio, la ricerca di noi stessi.
INSIEME possiamo essere più efficaci. Insieme possiamo essere più incisivi. Lascio a voi lo spazio, nei commenti, per chiunque volesse, di lanciare idee, opinioni o altre iniziative di questo genere. A me non interessano
le critiche. Questo Blog ha come principio la “NON CENSURA”, a meno che non si scrivano evidenti obbrobri.

Una idea per esempio, potrebbe essere quella di fondare un “blog” unanime, dove scriviamo tutti, e ognuno pone il suo contributo. E’ un’idea. Magari è una cavolata. Ma vi prego: TROVIAMO IL MODO DI COMBATTERE QUESTA BATTAGLIA INSIEME, E NON PIU’ IN MODO SOGGETTIVO. AIUTIAMOCI. PENSO SIA IMPORTANTISSIMO. La forza dei nostri nemici, infatti, è il nostro soggettivismo.

Magari nessuno di voi terrà in considerazione questa mia proposta. Ma vi invito a rifletterci bene. Perché potrebbe essere davvero importante LAVORARE INSIEME. L’apostasia è in atto. E ce ne accorgiamo tutti.
STIAMO UNITI IN QUESTA BATTAGLIA. VI SUPPLICO. IN NOME DI DIO E DELLA VERITA’.

Fra Cristoforo