“MELASSA BERGOGLIANA: SE GLI SPIFFERI ARRIVANO ANCHE DAGLI STATI UNITI” di Fra Cristoforo

 

Anche oggi Bergoglio ha perso l’occasione per rispondere ai “dubia”.  Proprio nel Vangelo di questa Domenica infatti Gesù ha parlato di matrimonio e di adulterio.  E come suo solito, il Cardinale Argentino ha farfugliato  alcune frasi senza andare al cuore del problema. Leggete il discorso che ha fatto oggi (http://www.lastampa.it/2017/02/12/vaticaninsider/ita/vaticano/oggi-insultare-come-dire-buongiorno-XAhpT5cWgEyB2wIsuJ2BZL/pagina.html). Quando arriva a parlare dell’adulterio, Bergoglio dice questa frase: << E, prosegue Jorge Mario Bergoglio, “un altro compimento è apportato alla legge matrimoniale: l’adulterio era considerato una violazione del diritto di proprietà dell’uomo sulla donna. Gesù invece va alla radice del male”>>. Non riesco a capire il significato di questa sua frase. Gesù è molto esplicito. Gesù dice: “chiunque ripudia la propria moglie (…) la espone all’adulterio, e chiunque sposa una ripudiata, commette adulterio”. Gesù è chiarissimo. Colui che vive in adulterio dunque in nessun caso può accostarsi all’Eucaristia. Perché l’adulterio è un peccato mortale. E per riprendere la vita di Grazia occorre confessarsi ed eliminare ogni situazione che ci espone al peccato.

La “pastorale matrimoniale” del Cardinale Bergoglio fa acqua da tutte le parti. Le sue frasi sono ambigue. Confondono. Un Papa ha il compito di guidare i fratelli alla Vera Fede, con chiarezza, con limpidezza. Invece qui mi sembra sempre peggio.

L’Argentino pensa solo ad accaparrarsi gli applausi del mondo. Ma sta esponendo ad un gravissimo pericolo le anime dei fedeli.

Per non parlare del cambiamento della Santa Messa, dell’intercomunione ecc… Leggo oggi su Chiesa e PostConcilio questo articolo (http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2017/02/echi-di-voci-romane-rimbalzanti.html). Che conferma semplicemente ciò che scrivevo giorni fa (Spifferi I; Spifferi II). Dobbiamo convincerci che il discorso dell’intercomunione a Santa Marta è già assodato. La mia fonte è una fonte sicura. E quello che scrivo è semplicemente quello che sta accadendo. La “commissione riservata” è al lavoro. E come vi dicevo, l’intento è QUELLO DI CREARE UNA LITURGIA, UNA “SANTA MEMORIA”,  a cui TUTTI possono accedere e “comunicarsi”. Anche anglicani, luterani, pentecostali ecc…

Anche la mia “fonte”, come ha già anticipato Chiesa e PostConcilio, mi conferma che sarebbero pronte le dimissioni del Cardinale Muller. Ovvio. Uno come lui, in quella Congregazione, con quello che sta succedendo, ci sta come i cavoli a merenda.

Ma quello che mi preoccupa è la “resa” di questi Cardinali. Sembra che accettino passivamente quello che sta accadendo. Sembra che passivamente si rassegnino a questa apostasia dilagante.

Ecco il perché del mio APPELLO ai maggiori blogger di Resistenza Cattolica. Questi cardinali, come Burke, Muller, Sarah, Cafarra ecc… hanno bisogno del nostro sostegno. E non solo del sostegno della preghiera, che è LA BASE. Ma di un sostegno concreto, di battaglia che respinga questa “cultura del relativismo” che sta diventando dittatura direttamente dalla Sede di Pietro.

Già in tanti avete risposto.  E vi ringrazio. Elaboreremo un piano, un metodo che possa essere condiviso e unanime. Perché QUESTA BATTAGLIA SI VINCE INSIEME.

La Vergine Santissima ci illumini e ci assista.

 

Fra Cristoforo