“Bergoglio e Padre Sosa. Due cuori, una sola anima.” di Fra Cristoforo

Se il padre generale dei gesuiti è un relativista affermato, tanto più lo è il suo capo Bergoglio. Il Vangelo della Messa di oggi non lascia ombra di dubbio. E’ infatti Gesù in persona che risponde ai “dubia”.  Il cardinale argentino invece con le sue parole mena il can per l’aia. Guardate cosa dice Gesù nel Vangelo odierno:
“In quel tempo, Gesù, partito da Cafarnao, si recò nel territorio della Giudea e oltre il Giordano. La folla accorse di nuovo a lui e di nuovo egli l’ammaestrava, come era solito fare. E, avvicinatisi dei farisei, per metterlo alla prova, gli domandarono: «E’ lecito ad un marito ripudiare la propria moglie?». Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di rimandarla». Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma all’inizio della creazione Dio li creò maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e i due saranno una carne sola.
Sicché non sono più due, ma una sola carne. L’uomo dunque non separi ciò che Dio ha congiunto».
Rientrati a casa, i discepoli lo interrogarono di nuovo su questo argomento. Ed egli disse: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio contro di lei; se la donna ripudia il marito e ne sposa un altro, commette adulterio» (Mc 10,1-12).

Ora mi sembra chiaro che chi ripudia la propria moglie o marito, e ne sposa un’altra/o, commette peccato mortale. E non può accostarsi dunque all’Eucaristia. Ma Bergoglio come ha spiegato il Vangelo a Santa Marta?
Leggete qui
(http://it.radiovaticana.va/news/2017/02/24/papa_in_dio_giustizia_%C3%A8_misericordia_no_alla_casistica_/1294662).

Lui dice che la logica della casuistica inganna. Che infondo Gesù non voleva dire quelle cose. Che lui mangiava con i peccatori, e quindi…
Addirittura rimarca la frase “per la durezza del vostro cuore…”.
E infatti.
Caro cardinale argentino, per la durezza di cuore Mosè diede la possibilità di ripudiare la moglie. Gesù ha detto tutto il contrario. Gesù ha istituito il saramento del matrimonio, che è indissolubile. E tu Bergoglio chi sei che ti metti al  Suo posto? Pensi di essere più giusto di Dio? Pensi di essere più misericordioso di Gesù? Quello che mi preoccupa è proprio la relativizzazione della Parola di Dio.
Che non è più considerata “ASSOLUTA”, o “ULTIMA PAROLA”, ma a quanto pare il problema sia proprio credere che sia Parola di Dio.

Ora è inutile scandalizzarsi se un Padre Sosa dice che “non sappiamo bene cosa Gesù abbia detto veramente”.
Se Bergoglio predica in questo modo, ormai siamo veramente alla frutta.
Ho sempre pensato che non vi è nulla di più chiaro del Vangelo. Non cambio opinione, perché nel Vangelo vi è scritta la vita di tutti.

Ma non posso riconoscere una predicazione che mi dice queste cose: “Ma se la verità è questa e l’adulterio è “grave”, come spiegare allora, domanda il Papa, che Gesù ha parlato “tante volte con un’adultera”, ”pagana”? Ha “bevuto dal
bicchiere di lei, che non era purificato?”. E alla fine le ha detto: “Io non ti condanno. Non peccare più”? Come è possibile?”…

Dunque l’argentino vuole farci credere il “contrario” di quello che ha detto Gesù?
L’adulterio è un peccato grave. E chi è in adulterio non può accostarsi all’Eucaristia se non si confessa promettendo di cambiare vita.
Pare vi sia in cantiere anche una ulteriore traduzione contemporanea dei testi della Parola di Dio. Che verrà adattata per la liturgia. Se queste sono le premesse, chissà cosa ne verrà fuori…

Fra Cristoforo