“Vescovo Schneider sulla Comunione agli adùlteri: anche se è il Papa a imporlo, bisogna rifiutare per non peccare contro un comandamento di Dio” Di Finan di Lindisfarne

La resistenza comincia. E lo scisma si avvicina. Per colpa di “el general”. Non certo di Santi Vescovi come Schneider, come invece hanno detto certe “lingue di verme”.

LifeSite pubblica in questo articolo (https://www.lifesitenews.com/news/bishop-schneider-to-priests-you-have-to-refuse-order-to-give-communion-to-a) le preziose parole del Vescovo di Astana, che segnano -in soluzione di continuità con i “dubia”- la resistenza di una Chiesa alla quale dobbiamo aggrapparci.

Quella Chiesa che dobbiamo seguire per non cadere nelle eresie dell’antipapa Bergoglio (ormai non posso che definirlo in questo modo), il quale in questo ultimo anno è riuscito a seminare la zizzania -mettendo uno contro l’altro i suoi Vescovi- a causa delle sue eterodossie e per essersi apertamente schierato contro la Dottrina.

Dice Schneider: “I vescovi che danno ordine di dare l’Eucaristia agli adùlteri commettono un grave abuso di potere”…”Costoro stanno comandando a un Sacerdote di commettere peccato e, quando anche un Vescovo o Papa comandasse di peccare, bisogna RIFIUTARE”…”Costui (il Sacerdote) DEVE RESISTERE anche a costo di perdere le sue funzioni…Meglio perdere tutto CHE COMMETTERE PECCATO contro il Comandamento di Dio”.

Sottoscrivo in pieno le parole del Vescovo.

A chi mi dice: “Ma guarda che la Dottrina non cambia, è la prassi che si adegua attraverso la Misericordia”, rispondo con le parole di S. Benedetto: “BEVITI I TUOI VELENI, SATANA!”.

Finan Di Lindisfarne