“SPUNTO DI RIFLESSIONE: Chiunque inquina il pianeta…anatema sit!” di Fra Cristoforo

“Papa Francesco ha sollevato un forte grande grido contro questo disastro imminente parlando dei peccati moderni -i ‘peccati ecologici’- compiuti individualmente e collettivamente dagli esseri umani, i quali distruggono la madre terra”: lo afferma il Cardinale Charles Bo, Arcivescovo di Yangon, in un intervento alla conferenza delle religiose di Asia ed Oceania, che si tiene in questi giorni a Yangon.”

Dunque non dobbiamo convertirci a Gesù Cristo. Ma all’ecologismo. E i peccati veri, sono i “peccati ecologici”
(http://www.fides.org/it/news/61817-ASIA_MYANMAR_Il_Card_Bo_Pentirsi_per_salvare_il_pianeta_urge_una_conversione_ecologica#.WLR8qG81_Dc).
Perciò, se non fai la differenziata, fai peccato mortale. Se lasci la luce accesa o ti dimentichi il rubinetto aperto, fai peccato mortale (e rischi di scatenare la terza guerra mondiale)…
Se butti la sigaretta per terra, fai doppio peccato mortale. Se ti lavi due volte al giorno, sei in peccato mortale. Se mentre ti lavi i denti, lasci scorrere il rubinetto dell’acqua, andrai all’inferno.

Se fai una puzzetta dentro un ascensore rischierai la denuncia della Gendarmeria.
Ma la cosa più grave è: se uccidi una zanzara con le mani, o con la pastiglia, sarai reo di colpa eterna.

Per le donne: se usate la lacca per i capelli, avrete come paga la Geenna.
Ogni tanto…un po’ di buon umore non guasta. Il problema è che questa gente, queste cose le pensa veramente.

Fra Cristoforo