“La Commissione Vaticana sconfessa Medjugorje” di Fra Cristoforo

Sembra che il lavoro dell’ultima commissione incaricata dal Vaticano per le apparizioni di Medjugorie abbia dato parere negativo.
Ancora Bergoglio non si è espresso. Come è suo solito fare. Ha mandato un “incaricato”, il Vescovo polacco Henryk Hoser, per “acquisire più approfondite conoscenze della situazione pastorale di quella realtà e, soprattutto, delle esigenze dei fedeli che vi giungono in pellegrinaggio e, in base ad esse, suggerire eventuali iniziative pastorali per il futuro.

Avrà, pertanto, un carattere esclusivamente pastorale”.

Così perlomeno ha pubblicato la sala stampa vaticana.
Ma Bergoglio su Medjugorie tace. E’ vero che non si è lasciato mancare qualche commento piccante in merito alle apparizioni. Li conosciamo: “la Madonna non è una postina che dice vengo a tale ora, tale giorno o a tale posto”.
Di fatto il gesuita argentino su questo tema tace.
Il lavoro dell’ultima commissione incaricata, se da una parte ha riportato una impressione positiva sull’organizzazione pastorale della parrocchia di Medjugorie, sembra comunque non aver dato parere positivo per quanto riguarda le apparizioni, seguendo di fatto tutte le indagini già fatte dal Vescovo di Mostar Ratko Peric. Leggete qui: (INTERESSANTISSIMO!)
(http://md-tm.ba/clanci/le-apparizioni-dei-primi-sette-giorni-medugorje).

Personalmente non mi sono mai posto il problema se queste apparizioni siano vere o false. Sono stato una volta a Medjugorie e mi è bastato vedere l’afflusso di fedeli che pregano, che si confessano e che ascoltano la Santa Messa.
E mi sembra un segno positivo. Mi lascia perplesso invece il silenzio di Bergoglio, che, forse, pronunciandosi a favore (perché lui in realtà non crede alle apparizioni: e lo ha detto più volte ai suoi intimi) darebbe un’immagine di sè negativa.
Questo perché Medjugorie è seguita da milioni di fedeli.

E Padre Livio Fanzaga? E’ uno che si arrampica sugli specchi. Padre Livio sa benissimo che le battute che fa Bergoglio sono indirizzate a Medjugorie, seppure in modo sottinteso. E Se potesse Bergoglio eviterebbe completamente il problema di Medjugorje, concellandolo.
Comunque sia, Padre Livio ha il prosciutto negli occhi. Padre Livio è cambiato. Anche lui va dove tira il vento. Va dove sta il più forte. E dire che per me è stato un punto di riferimento per tanti anni. Alla fine anche lui è stato un voltagabbana!

Anni fa ho sentito delle sue catechesi contro il luteranesimo, dove si scagliava ferocemente contro questa eresia. Se lo sentite oggi, sembra che voglia proprio accarezzare il pelo ai luterani, seguendo la scia di Bergoglio.
Cambiano i tempi. Cambiano le persone. Cambiano i Papi i Vescovi e i direttori di Radio Maria.
Ma Gesù Cristo è lo stesso IERI, OGGI E SEMPRE.

Fra Cristoforo