“LA RUBRICA DEL LETTORE: Una Confessione che non si ripeterà” di Anonima Penitente

Cari Fra Cristoforo e Finan,

vorrei condividere con voi un episodio forse solo apparentemente minimo.

Ieri pomeriggio durante la Confessione ho espresso al sacerdote taluni miei dubbi
sulla possibilità della ventilata intercomunione con i cristiani protestanti. Non ha
negato né obiettato nel merito. Ha risposto che tali sono i pensieri di persone
superbe e divisive. Non ha alzato la voce. Alla mia richiesta di precisazioni
riguardo giorni e orari per Confessioni future, con una certa malcelata
soddisfazione mi ha detto di non andare più lì. Mi sono ritrovata sul sagrato, quasi
incredula.

Forse inizia così.

di Anonima Penitente