“APPUNTI SPARSI su Bergoglio e Chiesa” di Fra Cristoforo

 

Come già anticipato in precedenza il 13 Marzo prossimo nella Basilica di San Pietro gli anglicani celebreranno una loro pseudo liturgia. Invitati da Bergoglio. Una cosa che mi ha fatta riflettere molto. Proprio il 13 Marzo. L’anniversario della sua elezione. Coincidenza? Mah. Sta di fatto che proprio quella data è stata scelta. Davanti ai nostri occhi si presenta uno scenario tristissimo. Il cambiamento della Messa. Il diaconato alle donne. Prospettive e visioni nuove di parrocchie. Uno stravolgimento totale. Bergoglio sta imponendo pian piano il suo relativismo, avvelenando così tanti fedeli e quindi tante anime. Il mondo pagano lo vede come un mito.

Leggo questo articolo de l’Unità (http://www.unita.tv/opinioni/la-solitudine-di-francesco/), che è l’emblema di come il mondo pagano vede il gesuita argentino. Un riformatore. Uno che finalmente ha fatto del Vangelo un “testo sociale”. E il mondo pagano gode, vedendo pian piano la Chiesa di Dio sgretolarsi. Ed è felice Bergoglio, che si prende gli applausi del mondo, a discapito di tante anime che si stanno perdendo.

In molte parrocchie già la Messa Cattolica è stata ridotta ad un teatrino. C’è chi canta canzoni pagane, chi usa paramenti “arcobaleno”, chi al posto della predica fa comizi politici…e anche chi fa il pagliaccio…guardate questo video di come in una parrocchia tedesca si è celebrata l’Eucaristia (https://www.youtube.com/watch?v=yjvZbblLvJI). E’ un video del 2010. Ma mi hanno riferito che anche quest’anno, nella stessa parrocchia, per carnevale hanno celebrato così. Tremendo vero?

Profanazione del Tempio di Dio. La Santa Messa, il Santo Sacrificio di Cristo, ridotto a carnevalata.

E poi ci lamentiamo di cosa? E’ inutile voler mettersi il prosciutto negli occhi. Siamo chiamati a tenere salda la nostra fede in questi tempi che si fanno sempre più bui. Apprezzo il lavoro di tutti coloro che fanno “resistenza cattolica” in questo tempo, giornalisti, bloggers ecc…

E non è semplice andare contro corrente. Perché Bergoglio è astuto. Con tanti suoi atteggiamenti da vittima, nasconde dei sentimenti non buoni. Ne sono prova tutte le purghe attuate fino a questo momento, insieme al codazzo dei vili che si porta appresso.

No. Non bisogna tacere. Dobbiamo denunciare quanto accade. Siamo chiamati a difendere la Verità di Gesù Cristo. Costi quello che costi.

Non possiamo più permettere che La Sposa di Cristo venga profanata in questo modo.

Non possiamo più stare zitti.

Mi colpiva una frase dell’ultimo articolo del blog di Cesare Baronio (http://opportuneimportune.blogspot.it/2017/03/la-cena-di-babette-una-celebrazione.html). Interessante articolo, dove all’ultima riga Baronio dice così: “La gravità dell’aver voluto citare questo racconto in Amoris laetitia può riassumersi nell’icastico titolo di un articolo apparso su Famiglia Cristiana: Il pranzo di Babette: quando un film diventa magistero”. Capite? Famiglia Cristiana: un film diventa magistero.

E intanto il 13 marzo gli anglicani entreranno a celebrare per la prima volta nella Basilica di San Pietro. Il 13 Marzo. Anniversario dell’elezione di Bergoglio.

 

Fra Cristoforo