“SPUNTO DI RIFLESSIONE: Chiesa in uscita: sì…in uscita di senno!” di Fra Cristoforo

 

Parole. Tante parole. Bergoglio ultimamente ha raccomandato ai sacerdoti di “stare” vicino alle coppie conviventi. I parroci questo lo hanno sempre fatto. Ma l’uscita di Bergoglio è ancora una volta ambigua. Vuole far vedere al mondo che lui è sopra le righe. Che lui sdogana tutto. Poco importa se le anime poi si dannano. L’interessante per lui è prendere gli applausi del mondo, e fare in modo che la gente fraintenda…fraintenda sempre.

Come in questo articolo (http://www.lastampa.it/2017/02/27/vaticaninsider/ita/commenti/quella-sensibilit-pastorale-per-i-conviventi-sdvhyTUuDgEVSNDzd7BlnI/pagina.html).

Don Ettore Malnati, vicario episcopale di Trieste , per non so cosa ne esce così: “Qui la duttilità e la comprensione pastorale del sacerdote e di una comunità cristiana, pronti ad essere Chiesa in uscita, possono aiutare questi giovani a considerare il valore della persona nella sua complessità razionale, affettiva, relazionante e spirituale, che ovviamente non può essere valutata come una “res” in prova”.

E quindi viva le convivenze. Guai a dire che è peccato mortale.

Chiesa in uscita quindi. Col gesuita argentino, in uscita verso il baratro.

 

Fra Cristoforo