“SPUNTO DI RIFLESSIONE: lo sfascio totale” di Fra Cristoforo

 

Una pseudo celebrazione ecumenica come quella segnalata da Finan (https://anonimidellacroce.wordpress.com/2017/03/12/cattolici-luterani-una-celebrazione-storica-in-germania-le-cronache-del-tradimento-di-finan-di-lindsfarne/) si è svolta anche qui in Italia sabato 11 Marzo, alle 18.00, nella Chiesa di Santo Stefano a Venezia (https://www.genteveneta.it/public/appuntamento.php?id=4529). Ovviamente presente il Patriarca Francesco Moraglia, insieme al Pastore Luterano Prigge.

Solita minestra riscaldata. Solito elogio a Lutero, che ormai oggi è considerato il santo da imitare nel nuovo millennio.

Queste celebrazioni ormai si moltiplicano a catena. Addirittura nell’articolo di Finan leggo che c’è pure stata una “liturgia penitenziale ecumenica”. In Spifferi XI anticipavamo anche questo. Ricordate? “Anche nel Sacramento della Penitenza ci sono lavori in corso. Chi vorrà potrà continuare a confessarsi singolarmente almeno dai preti cattolici.

Ma queste comunità ecumeniche avranno periodicamente delle “liturgie penitenziali comuni”, che serviranno solo a mettersi a posto la coscienza (bontà loro), in modo comunitario” (https://anonimidellacroce.wordpress.com/2017/03/01/spifferi-parte-xi-il-progetto-ecumenico-che-demolisce-la-parrocchia-e-i-sacramenti-di-fra-cristoforo/).

I demolitori della Chiesa fanno passi da gigante.

Restiamo fedeli. Perché credo che la persecuzione ai veri cristiani sia solo all’inizio.

 

Fra Cristoforo