“APPUNTI SPARSI: Se il buon giorno si vedeva dal mattino” di Fra Cristoforo

Certo che se il buon giorno si vede dal mattino, il discorso che il Cardinale Bergoglio fece in conclave dove presentava la sua visione di  “riforma” della Chiesa, la dice lunga. E’ stato molto astuto, e ha cercato di cavalcare l’onda. Leggete qui (http://www.repubblica.it/vaticano/2017/03/17/news/ecco_il_discorso_di_bergoglio_che_convinse_i_cardinali_ad_eleggerlo_chiesa_deve_uscire_da_se_stessa_-160752568/). Sembrava già una ossessione questa storia della Chiesa in “uscita”. Si. Ma verso dove?

Intanto ho notato un piccolo particolare. Nel suo discorso l’allora cardinale parlava de “ la Chiesa evangelizzatrice”. Invece durante questi anni non ha fatto altro che rimproverare tutte le forme di “proselitismo” (così evidentemente oggi lui vede l’evangelizzazione) http://www.lastampa.it/2016/12/04/vaticaninsider/ita/vaticano/angelus-I8OpfYTiI4YLtcThUBGnzO/pagina.html.  Denunciando il fatto che non bisogna più predicare per convertire le genti a Gesù, ma bisogna imparare a convivere con le altre culture senza “pestare i calli” a nessuno. Una sintesi del “cristianesimo anonimo” di Karl Rahner, dove l’importante è rispettare tutti . Poi seguire Gesù o meno non importa.

Quindi, in conclave esortava all’ evangelizzazione. Ora dice: “non dobbiamo convertire nessuno”.

Allora mi spiegate cosa voleva dire secondo voi Gesù nel Vangelo: “Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura.  Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato” Mc 16, 15-16?

Tornando poi al discorso della Chiesa in “uscita”, ci siamo in pieno. Perché Giorgio Mario Bergoglio la sta facendo talmente “uscire” da perdere completamente la propria identità. Infatti, se la Chiesa non “esce” con l’armatura di Dio, dove si può andare?

Abbiamo visto e vediamo quotidianamente che sia Bergoglio,  sia la maggioranza di chi sta sotto di lui, HANNO VOLUTAMENTE E COMPLETAMENTE RINUNCIATO A PREDICARE I PRINCIPI NON NEGOZIABILI.

ABORTO: a parte qualche timido accenno, NON SI TUONA PIU’ CONTRO L’ABORTO, nel nome di una falsa misericordia.

EUTANASIA: lo abbiamo visto in questi giorni (il caso di dj Fabo). Da Omissis (di deottiana memoria) neppure una parola, neanche un piccolo cenno sul fatto che il suicidio in qualunque forma è un peccato grave. Anzi…ne abbiamo sentito di tutti i colori da parte di sacerdoti e vescovi (menando il can per l’aia..E NON PREDICANDO COME GESU’ HA COMANDATO).

FAMIGLIA: abbiamo fatto passare le unioni civili come l’acqua che scorre in un fiume. La Cei muta. I Vescovi zitti. Padre Lombardi che esalta Pannella. Bergoglio tifa per la Bonino.

Questa Chiesa in “uscita” dove sta andando a finire?

La mia riflessione ha un senso. Perché oggi è ormai chiaro che esiste una confusione terribile.  E la confusione, è inutile negarlo, arriva proprio da COLUI CHE DOVREBBE FARE CHIAREZZA DI CONTINUO. ANDANDO SE NECESSARIO CONTRO TUTTO E CONTRO TUTTI. Ma oggi piace l’applauso del mondo.

Mi ha fatto sorridere la dichiarazione di Andrea Riccardi (fondatore della Comunità Sant’Egidio) che trovate qui: (http://www.lastampa.it/2017/03/16/italia/cronache/bergoglio-ha-gi-una-vittoria-grazie-a-lui-la-gente-si-riavvicinata-alla-chiesa-kjgxLUJ0WHF5kKD6qQFgjO/pagina.html).

Faccio solo una domanda e lascio lo spazio ai vostri commenti per la risposta.

SCUSATE LA MIA IGNORANZA. QUALE SAREBBE LA GENTE CHE BERGOGLIO HA RIAVVICINATO ALLA CHIESA?  AIUTATEMI A CAPIRE. Perché due sono le cose: o io sono un deficiente e non capisco niente – e non me ne sono ancora accorto – oppure qui c’è gente che vive davvero fuori dalla realtà.

Fra Cristoforo