“Precisazioni su ciò che è stato scritto in merito al nostro blog: il senso dello ‘spiffero XX’ di Fra Cristoforo e la nostra posizione riguardo i 4 Cardinali” di Finan Di Lindisfarne

Per chi fosse ignaro di tutto, legga prima i due nostri articoli precedenti ai seguenti link:

https://anonimidellacroce.wordpress.com/2017/03/15/spifferi-parte-xx-appello-ai-4-cardinali-dei-dubia-di-fra-cristoforo/

https://anonimidellacroce.wordpress.com/2017/03/17/doverosa-appendice-a-spifferi-parte-xx-appello-ai-4-cardinali-dei-dubia-manca-un-riferimento-saldo-di-fra-cristoforo/

Mi sento in dovere di entrare nel merito e di aggiungere una riflessione riguardo la questione che coinvolge i 4 Cardinali, visto che pare stia emergendo una certa qual “bagarra” su siti e social, che vorrei si evitasse.

Premetto che costoro -i 4- hanno ridato ossigeno alla nostra Speranza di vedere difesa la Fede Cattolica e che siamo pronti a seguirli immediatamente, qualora si facciano avanti per concludere ciò che hanno cominciato.

A loro la mia stima, il mio affetto e la mia preghiera.

Siamo tutti sulla stessa barca, infatti. E, ripeto, se le nostre intenzioni non fossero ancora chiare, noi siamo dalla parte dei 4 Cardinali fin dall’inizio ed è per questo che abbiamo riportato l’informazione che li riguarda (lo spiffero XX).

Io stesso avevo scritto due mesi fa un articolo per difendere il Card. Cafarra dalle parole di Spadaro (https://anonimidellacroce.wordpress.com/2017/01/16/e-cafarra-sarebbe-un-grima-vermilinguo-invitiamo-padre-spadaro-a-ripassarsi-il-catechismo-e-a-portare-rispetto-per-questo-grande-uomo-di-chiesa-di-finan-di-lindisfarne/). Non si metta pertanto in dubbio la nostra vicinanza, il nostro affetto e la nostra stima per questi grandi uomini di Chiesa!

I fatti, tuttavia, dimostrano che al momento i 4 non hanno intenzione di procedere alla correzione.

Si parlava di dopo-Epifania: ora è quasi Pasqua.

Si aggiungano, poi, le informazioni che abbiamo in merito: sulla veridicità di queste ultime (lo spiffero XX) sarà il tempo a dimostrarcelo. Siamo noi stessi spettatori dei nostri “spifferi”.

E saremo felici di essere smentiti perchè allora significa che la speranza di una resistenza seria esiste davvero!

Inoltre, come da un lato noi riportiamo questi “spifferi”, dall’altro lato chi ha parlato di “voci non corrette” riferendosi a ciò che Fra Cristoforo ha scritto, dica apertamente su cosa si fonda tale affermazione! E’ una questione di correttezza e di amore per la verità.

Non è una gara a chi ha ragione o a chi è più bravo a fare lo scoop: c’è in ballo la salvezza della Chiesa, la cui situazione precipita di giorno in giorno: si prenda come esempio la Germania che ha ormai sdoganato qualsiasi prassi palesemente in contrasto con il Magistero e gli insegnamenti, grazie al “lasciapassare” di Amoris Laetitia.

Quanto ancora si pensa sia possibile aspettare?

Più il tempo passa, più una “correzione formale” apparirà obsoleta e inefficace. Infatti, saranno ben altre le NUOVE CORREZIONI da stilare. E altre crepe nuove continueranno ad aprirsi!

Ci sono ancora dubbi su quale sia la linea del Papa in merito? Vogliamo ancora indugiare? C’è ancora qualcuno che pensa che la linea attuale della gerarchia NON SIA GIA’ CADUTA NELL’ERESIA?

Aggiungo, quindi, che mi sento in coscienza di dovermi eccome “agitare”! E nessuno può mettersi tra me e la mia stessa coscienza.

Perchè il tempo fugge e le anime si perdono. Fare marcia indietro diventerà sempre più difficile. Amoris Laetitia ha solo dato il “LA”.

Per chiudere la questione: non stiamo gridando più forte degli altri per metterci in mostra o per fare proseliti, non siamo veggenti, non siamo convertiti dell’ultima ora all’anti-bergoglismo (seppure la cosa sia di minima rilevanza: uno può aver aperto gli occhi anche 3 minuti fa, ben venga: non è una gara a chi ha l’intelletto più veloce nell’essere perspicace), non vogliamo assurgere a guide intellettuali e vogliamo seguire i pastori con amore filiale.

Ma per ora, di pastori (parlo di Cardinali o Vescovi) che dichiarino apertamente di voler fare una resistenza seria NELLA CHIESA E NON FUORI DI ESSA…non ce ne sono.

Ecco perchè spuntano i blog e i cattolici non sanno dove sbattere la testa nella ricerca del vero discernimento.

Concludo, infine, con una riflessione: Fra Cristoforo è un Sacerdote. Noi possiamo passare il nostro tempo a dibattere come già facciamo, e ben venga. Ma lui -come altri sacerdoti- è in prima linea e ben conosce le conseguenze dirette delle scelte pastorali di cui stiamo discutendo. Io stesso ho avuto diverse volte la prova tangibile della differenza che un vero Sacerdote ha nel percepire questi problemi rispetto a un laico, per quanto devotissimo sia.

Eminentissimi Cardinali: io non sono nessuno! Sono solo un peccatore. Accettate quindi questa mia ansia, che reputo buona, perchè il tempo scorre, e tanti stanno precipitando nella totale confusione. Oltre al fatto che l’eresia si sta NORMALIZZANDO.

Non ci abbandonate, vi prego! Perchè, qualora voi vi facciate avanti, ci saranno molti fedeli a sostenervi ! Pregate per noi.

Finan Di Lindisfarne